Le cucine professionali sono un ambiente frenetico e affollato dove molte attività devono essere svolte in breve tempo. Tale ambiente potrebbe trarre vantaggio dal collegamento e dall’integrazione di diversi apparecchi per coordinare meglio i processi di preparazione e conservazione. Tuttavia, dal punto di vista dell’ IT, le cucine professionali hanno ricevuto solo un’attenzione, e nessuno studio ha ancora affrontato l’integrazione di apparecchiature professionali.

Il progetto SIAF mira a realizzare un sistema modulare di collegamento tra forno, macchina confezionatrice sottovuoto e abbattitore per migliorare la sostenibilità dei processi e la qualità degli alimenti.

Questa integrazione mira anche a migliorare la qualità del cibo, ed avere un affetto benefico per quanto riguarda la sostenibilità del processo di preparazione della varie pietanze. Le apparecchiature tra loro connesse (ovvero il forno, la confezionatrice sottovuoto e l’abbattitore) invieranno e scambieranno i dati di funzionamento in Cloud, secondo uno specifico protocollo che verrà individuato e definito durante il progetto. I dati includeranno lo stato della macchina (ad esempio, il consumo di energia) e l’avanzamento della preparazione del cibo. Nello specifico, tali dati saranno immediatamente disponibili ai professionisti della cucina sia su un’app dedicata che sul display di ogni apparecchio professionale 
per la cucina.

Inoltre verranno raccolti ed elaborati dati di funzionamento per ottenere modelli di manutenzione predittiva a disposizione dei tecnici attraverso un’app ad accesso limitato. Tali modelli consentiranno un intervento tempestivo e mirato.

Il sistema presenterà inoltre il “Virtual Chef”, un ricettario digitale interattivo collegato agli apparecchi in rete. Nello specifico, questa app permetterà allo chef di creare e aggiornare un archivio digitale delle ricette preferite e di controllare da remoto lo stato di avanzamento della preparazione. Particolare attenzione sarà dedicata alla progettazione e all’implementazione delle interfacce incorporate negli apparecchi e dell’applicazione mobile abbinata. Per supportare veramente il lavoratore, l’interfaccia utente consentirà di conoscere qual è lo stato della macchina e le funzionalità disponibili.

Per assicurare l’usabilità dell’app, l’idoneità delle interfacce sarà testata dagli utenti target in contesti di lavoro reali. Oltre a far progredire gli aspetti tecnologici del servizio di ristorazione, il coordinamento degli apparecchi professionali per la cucina standardizzerà anche il processo di preparazione, garantendo così la qualità del prodotto finale. Questa funzione sarà particolarmente utile nello scenario della cucina industriale, dove solitamente gli apparecchi professionali per la cucina sono controllati da molti operatori che si occupano di più attività contemporaneamente.

Categorie: SIAF NEWS