Nel progetto SIAF l’ambiente cucina sarà costruito intorno alle esigenze degli utenti. L’accettazione da parte degli utenti gioca un ruolo chiave, soprattutto quando si tratta di tecnologia professionale. In genere, i lavoratori devono trovare la tecnologia utile e facile da usare per accettarla positivamente. Inoltre, quando viene introdotta l’automazione, anche la fiducia nel sistema diventa un fattore cruciale.

Nel progetto SIAF prevediamo di integrare il controllo remoto di funzioni specifiche degli apparecchi professionali per la cucina, sarà quindi importante valutare se chef e cuochi professionisti sono disposti ad affidarsi a queste nuove tecnologie. Un altro aspetto fondamentale è la creatività personale. Interviste preliminari con gli chef hanno evidenziato che il processo di produzione di idee nuove e utili è di fondamentale importanza per loro.

L’aggiornamento del livello di automazione che il progetto SIAF potrebbe essere visto come una minaccia al valore creativo individuale. Sarà quindi fondamentale comprendere come i professionisti possono effettivamente trarre vantaggio dal sistema in rete e sfruttarlo per migliorare le proprie capacità. Tutti questi aspetti saranno attentamente considerati, per sviluppare un sistema in grado di supportare gli operatori nelle loro attività quotidiane, assicurandoci che sia considerato un aiuto, piuttosto che una minaccia per il loro lavoro. I casi d’uso affrontati dal progetto hanno caratteristiche differenti, sia in termini di qualità attesa del prodotto finale che più in generale in termini di servizio.

Coerentemente, il personale avrà background e competenze diverse e utilizzerà l’apparecchiatura professionale per la cucina con obiettivi diversi. Infine, la valutazione dell’usabilità sarà condotta in un approccio interattivo. Gruppi rappresentativi di utenti verranno reclutati e saranno coinvolti nei test sia delle versioni preliminari che delle versioni avanzate del sistema.

Categorie: SIAF NEWS